Home Attualità Ancora neve ma anche gelicidio nella Tuscia
Ancora neve ma anche gelicidio nella Tuscia

Ancora neve ma anche gelicidio nella Tuscia

0
0

Torna a scendere la neve sulla Tuscia, già innevata da diversi giorni. Come da previsione qualche fiocco è comparso intorno alle 21. Il fenomeno, però, dovrebbe intensificarsi nella notte fino alle prime ore di domattina, per poi lasciare spazio alla pioggia. Non sarà una pioggia comune, ma una pioggia gelata. Le gocce d’acqua, infatti, toccando terra, si trasformeranno in ghiaccio, dando vita al cosiddetto gelicidio, un fenomeno meteorologico provocato dalla pioggia o dalla pioviggine che, a causa della sopraffusione, cade al suolo in forma liquida pur in presenza di una temperatura dell’aria inferiore a 0 °C, per poi gelare a contatto con il terreno.

Il gelicidio si verifica quando c’è uno strato di aria fredda al livello del suolo, con temperatura inferiore a 0 °C, mentre sopra si trova uno strato di aria più calda che determina  la fusione  della neve quando cade dalle nubi. Quando le gocce toccano il suolo congelano all’istante e formano una patina di ghiaccio, trasparente, omogenea, liscia e molto scivolosa. Essa riveste i rami degli alberi, gli arbusti, gli steli dell’erba, ma anche i cavi elettrici.

Il gelicidio può provocare numerosi disservizi, in quanto il peso del ghiaccio può spezzare rami, rompere cavi elettrici, causando l’interruzione dell’illuminazione pubblica. Problemi si potrebbero riscontrare anche nelle comunicazioni telefoniche. Tra i pericoli maggiori il fondo stradale scivoloso, una vera insidia per la circolazione dei veicoli. Nei casi più gravi si verificano le cosiddette tempeste di ghiaccio, in inglese ice storms, capaci di abbattere  alberi interi, e di rendere impossibile la circolazione stradale. Può capitare anche di trovare rami di alberi incollati al fondo stradale ghiacciato.

Fortunatamente il gelicidio  è seguito spesso da un aumento della temperatura con conseguente disgelo. La pioggia, infatti, cadendo da strati d’aria più caldi rispetto al suolo, lo riscalda.

Sempre nella mattinata di domani è previsto un miglioramento con temperature al rialzo che si porteranno gradualmente sopra lo zero. Pioggia e probabili temporali venerdì e ancora pioggia sabato, seguita da un miglioramento, con un decisivo rialzo delle temperature domenica.

 

Tiziana Mancinelli Direttore responsabile Quinta Epoca. Economista, giornalista e scrittrice.