Home Politica Regione Lazio: Marini possibile candidato. Sabatini in difficoltà.
Regione Lazio: Marini possibile candidato. Sabatini in difficoltà.

Regione Lazio: Marini possibile candidato. Sabatini in difficoltà.

0
0

Viterbo – A momenti potrebbe arrivare il nome del candidato presidente alla regione Lazio del centrodestra, ma intanto la girandola dei nomi che tenteranno di conquistare uno scranno vicino a lui, ha preso definitivamente quota. A Forza Italia, in queste ore, si registrano i movimenti maggiori. Pare certa la candidatura in regione di Dario Bacocco, attuale coordinatore provinciale di Forza Italia, che, inizialmente pareva doversi confrontare con Daniele Sabatini, dato in entrata nel partito azzurro. Ingresso, però, che non sarebbe ben visto all’interno della squadra locale di Berlusconi che vedrebbe nella scelta di indossare la maglia di Forza Italia da parte del consigliere regionale uscente, eletto con il Pdl, poi passato con il partito di Alfano e infine a Cuori Italiani, solo un’”opportunità” elettorale ai fini di ottenere una candidatura da consigliere alla Pisana. Oltre a questo, però, ci sarebbe un altro fattore a far pensare che l’impresa di Sabatini di spuntare un posto in lista tra gli azzurri se non sarà proprio impossibile, si rivelerà quantomeno molto, ma molto, ardua: l’asse Sabatini-Marini. Quest’ultimo è rimasto finora alla finestra a guardare come si posizionavano i vari tasselli. Non per disinteresse, quanto, probabilmente per capire l’opportunità migliore, e il momento giusto per approfittarne. Difficile credere che Forza Italia possa mettere facilmente da parte Marini, escludendolo sia dalla partita delle politiche, sia da quella delle regionali, considerando il suo lungo trascorso politico, e la sua posizione di peso, nonostante abbia perso in questi ultimi anni ruoli formali di rilievo come quello di  coordinatore provinciale, di sindaco e di parlamentare. Considerando il “doveroso gesto” di concedere uno spazio a Marini, anche per evitare il rischio di ritrovarsi contro un pacchetto di voti di Forza Italia, incartato in una lista civica, alle prossime elezioni comunali, senza possibilità di compensazione con il gruppo di Rossi, oramai salpato verso altri lidi, resta difficile ipotizzare che venga data stessa opportunità a Sabatini di conquistare un posto al sole alla corte del Cavaliere, rafforzando, così, l’asse Marini-Sabatini contro chi detiene oggi le redini del partito, a meno che, essa, nei prossimi giorni non inizi a vacillare, tanto più che in queste ore sembrano salire le quotazioni di Giulio Marini come candidato alla regione Lazio, al posto di Sabatini. Candidare Marini e lasciare fuori Sabatini appare la soluzione migliore per chi detiene attualmente il coordinamento provinciale per non mettere a rischio il controllo del partito. D’altra parte la candidatura come consigliere regionale sarebbe per l’ex sindaco una buona opportunità per tentare di risalire in sella alla politica che conta, una prospettiva che vale tutti i rischi di uno scontro con l’area “concorrente” di Dario Bacocco.

 

Tiziana Mancinelli

tags:
Tiziana Mancinelli Direttore responsabile Quinta Epoca. Economista, giornalista e scrittrice.